Sistemi di rilievo automatico delle violazioni al Codice della Strada, l'articolo dell'esperto UNINFO Dalla Chiara sul Giornale dell'Ingegnere

Pubblicato: Venerdì, 28 Ottobre 2016 in Focus

Molti automobilisti hanno ormai una buona conoscenza dei Sistemi Iintelligenti di Trasporto - ITS, in particolare quelli che riguardano il rilevamento automatico in caso di attraversamento con semaforo rosso.

E molti di questi, a loro volta, hanno avanzato negli anni numerosi ricorsi presso tribunali di vario livello per supposta errata applicazione o funzionamento di questi dispositivi e sistemi.
Per ovviare a questo crescente numero di ricorsi, nel 2015 è stata pubblicata la norma UNI 11620:2016 sui sistemi di trasporto intelligenti riconducibili ai “Sistemi di rilievo automatico delle violazioni (al Codice della Strada) presso intersezioni e sezioni stradali regolate da impianti semaforici”.

La norma tecnica definisce, a valle della Norma Quadro UNI/CEI 70031 ormai nota da tempo, le caratteristiche tecniche e funzionali per i sistemi di rilevazione - mediante immagini o riprese - del transito e la successiva identificazione in remoto dei veicoli che transitano "con il rosso".
La norma fornisce dunque un supporto generale nella definizione dei sistemi per la documentazione nel rilievo delle infrazioni.

L’esigenza della sua redazione è nata anche dalla necessità di creare un riferimento normativo comune a vari sistemi in commercio finalizzati a rilevare tali violazioni, soprattutto per agevolare la Pubblica Amministrazione nella loro acquisizione, attraverso bandi e commesse pubbliche e rispettando al contempo i requisiti di analisi e di calcolo che la dotazione dei sistemi in questione comporta preliminarmente.

 

Leggi l'articolo completo dell'esperto UNINFO, Prof. Ing. Bruno Dalla Chiara a p.12